Spessore di nichelatura chimica per necessità di resistenza a corrosione

Una delle proprietà principali del trattamento di nichelatura chimica è la sua resistenza a corrosione. La nichelatura chimica viene infatti utilizzata su parti meccaniche metalliche (acciai, leghe di alluminio o rame) per proteggerle dall'ossidazione e dalla corrosione da parte di agenti esterni.Viene utilizzata, ad esempio, per proteggere parti di macchinari industriali (macchine per il packaging, macchine utensili, macchine tessili), dispositivi meccanici vari (valvole pneumatiche, attuatori, raccorderia) e in ambito automotive (pistoni freno, componenti interni, ingranaggi).La nichelatura chimica permette di aumentare la resistenza a corrosione grazie alla resistenza chimica [...]

Nichelatura chimica e materiali a contatto con alimenti – MOCA

Il Nichel è un elemento metallico naturale con un aspetto bianco argenteo e brillante. È il 24mo elemento più comune sulla terra e si presenta ampiamente distribuito nelle rocce della crosta e nel nucleo della terra. Il Nichel è un metallo che sulla superficie terrestre ha diffusione ubiquitaria, lo si trova in tracce un po’ dovunque ed è necessario all’organismo umano per le sue funzioni biologiche. Il Nichel viene assorbito tramite gli alimenti, in particolare i vegetali, che ne contengono in percentuale più o meno elevata a [...]

Designazione della nichelatura chimica secondo ISO 4527

La norma ISO 4527 "Rivestimenti (chimici) autocatalitici di lega nichel-fosforo" è la normativa internazionale dei rivestimenti di nichelatura chimica. La norma definisce una designazione standardizzata del trattamento. Essa definisce le specifiche e le caratteristiche principali del trattamento da applicare sui pezzi. L'utilizzo di questo standard permette al progettista e al committente di specificare in modo univoco le caratteristiche del trattamento. Ciò permette di minimizzare i fraintendimenti  e gli errori che possono capitare in caso di specifiche di trattamento poco chiare. La designazione definita dalla ISO 4527 non [...]

2020-12-20T23:51:29+01:00Categorie: Nichelatura chimica|Tag: |

I fattori che influenzano la resistenza a corrosione della nichelatura chimica

I rivestimenti di nichelatura chimica vengono spesso applicati sui particolari meccanici per la loro proprietà di resistenza alla corrosione. Lo strato di nichel chimico infatti presenta una elevata resistenza chimica e una uniformità di spessore. Queste caratteristiche permettono di creare una barriera tra la lega di base e l'ambiente esterno aumentando di molto la resistenza a corrosione del particolare. Questo meccanismo di protezione dalla corrosione è completamente diverso da quello offerto da altri rivestimenti come la zincatura su ferro. Nel caso della zincatura, infatti, lo strato di [...]

Codepositi autolubrificanti del nichel chimico

Il processo di deposizione del nichel chimico permette di creare dei rivestimenti compositi inglobando nello strato di nichel chimico le particelle introdotte nel bagno di trattamento, a condizione di rispettare alcuni parametri che aiutano la codeposizione delle stesse. Questo articolo descrive le particelle che, inserite nel rivestimento, provocano una riduzione del coefficiente di frizione e proprietà di anti-aderenza. Cenni storici Già nei primi anni di sviluppo industriale della nichelatura chimica si era trovato il modo di co-depositare particelle autolubrificanti come il PTFE (Politetrafluoroetilene) disperdendole nell’elettrolita [...]

Le tolleranze dimensionali e i trattamenti galvanici

Puoi trovare uno strumento per il calcolo delle quote di lavorazione meccanica alla pagina Calcolatore tolleranze dimensionali pre-trattamento. Capita spesso che i clienti chiedano informazioni su come i rivestimenti modifichino le quote dimensionale dei pezzi. I dubbi dei clienti sono molti e non sempre banali: Qual è la variazione dovuta al rivestimento? I fori tollerati sono da mascherare? E le filettature? I rivestimenti galvanici apportano materiale, sovrametallo, sulla superficie del pezzo. Quindi maggiore è lo spessore del rivestimento maggiore sarà la variazione dimensionale. Conoscendo lo spessore del [...]

Torna in cima